J'adore Goyard


Il New York Times qualche anno fa affermava che è la borsa più di tendenza nelle strade della Grande Mela. Difficile credere che una borsa apparentemente anonima e con uno stile così classico possa scatenare tanto successo tra le eclettiche signore newyorkesi. Eppure le Goyard bags sembrano siano apprezzate proprio per la loro tradizione raffinata e per il marchio francese che dal 1853 ( erano anni buoni per la moda: Louis Vuitton è stata fondata l'anno dopo) rifornisce le famiglie reali di mezza Europa.

Il modello più apprezzato si chiama Saint Louis e ricalca le linee delle più comuni shopping bag, pratica e capiente realizzata in lino laccato e cotone e disponibile in una vasta gamma di colori. Io l'ho comprata verde e potete vederla QUI.

La cosa che rende ancora più particolare e chic la borsa è la personalizzazione.

Si possono infatti far decorare le proprie iniziali e delle linee decorative nei colori che più piacciono.

Posso dire di essere totalmente innamorata di questa borsa, e che nessuno ancora in questi due anni nella mia città ancora non l'abbia comprata mi fa ancora più felice : )


The New York Times a few years ago stated that's the more fashionable bag in the streets of the Big Apple. Hard to believe that a bag apparently anonymous and with a trigger classic style could have so much success among the eclectic New York ladies. Yet the Goyard bags seem to be appreciated because of their fine tradition and the French brand that since 1853 (they were good years for fashion: Louis Vuitton was founded the year after) supplies half the royal families of Europe.
The most popular model is called St. Louis and follows the lines of the most common shopping bag, practical and roomy painted in linen and cotton and available in a wide range of colors. I've bought a green St. Louis and you can see it HERE.
The thing that makes it special and chic bag is customization.
You can decorate on it your initials and decorative lines in the colors you like most.

I can say I'm totally in love with this bag, and none yet in these two years in my city still has bought it, and it make me feel even happier:)



D.K. : Diane Kruger

The last new color: super!



St. Louis


G.K.P.M. : Gwinet Kate Paltrow Martin


Hilary Duff

N.H. : Nicky Hilton


The customize service by Louis Vuitton has always been active: it's possible to carve the initials on the leather trim size, but last year the service started also on line - already this service could be obtained in stores in Milan and Rome - : you can personalize the same bag, decorated it with flags and colored initials painted in acrylics on canvas. The service is called Mon Monogram and it's available only for few items. For the customize addicted (I am, I admit) from September 2010 in addition to the Speedy, Keepall and the Pegase model, you can also customize the Neverfull.

3 comments:

  1. bello il post ...ma la tua borsa non si vede

    ReplyDelete
  2. Se devo essere sincera non mi fa impazzire... ma quanto costa?

    baci, gaia

    ReplyDelete
  3. E' una borsa orrenda, priva di gusto assomiglia ad una brutta imitazione di qualche altra maison, e perdipiù sembra di plastica.. si capisce perchè nessuno l'abbia ancora comprata! Se è Nicky Hilton a sfoggiarla non c'è dubbio sia qualcosa di particolare.. ma se è una comune mortale appare orrida!

    ReplyDelete

Thank you for you lovely comment : )